Torta brownie con lamponi

da Chiara

L’abbinamento cioccolato e frutta è molto classico ma, secondo me, sempre azzeccato. È il caso, ad esempio, di questa torta brownie e lamponi, in cui prevalgono, appunto, il cioccolato (sia fondente che al latte) e i lamponi. Essendo una torta semplice e costituita principalmente da due ingredienti, questi devono essere di ottima qualità. I lamponi si possono trovare buoni tutto l’anno, ma diciamo che questo sarebbe il loro periodo. Per il cioccolato invece, sono innamorata della marca francese Valrhona, la quale possiede tantissime tipologie. Nell’impasto del brownie ho utilizzato un cioccolato fondente al 64% con note fruttate, fresche e leggermente acidule, davvero perfetto con i lamponi. Invece, la crema che si trova sopra il brownie prevede un cioccolato al latte al 46%. La particolarità di questo latte è di essere molto intenso e poco dolce, oltre a possedere anche lui un aroma fruttato. Alla crema ho voluto comunque aggiungere un po’ di purea di lampone, giusto per accentuare il sapore di lampone. ♡


Torta brownie con lamponi

Ricette Torta brownie con lamponi European Print This
Serves: 8-10
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat

Ingredients

Brownie
180 g cioccolato fondente Manjari 64%
180 g burro
150 g uova, a temperatura ambiente
60 g farina debole tipo 1 (150-180 W)
60 g farina di chufa
100 g zucchero semolato
100 g zucchero di canna integrale Dulcita
2 g (¼ tsp) sale dolce di Pirano

Namelaka al cioccolato al latte e lampone
140 g cioccolato al latte Bahibé 46%
80 g purea di lampone
4 g miele d’acacia
160 g panna intera 35% m.g.
2 g gelatina in fogli qualità oro
10 g acqua fredda per gelatina

Decorazione
600 g ca. lamponi
200 g ca. confettura di lamponi
fiori eduli

Instructions

Brownie

  1. Accendere il forno in modalità ventilata a 160°C. Imburrare e foderare con carta forno uno stampo a cerniera o "push-pan" di 20 cm di diametro.
  2. Sciogliere il cioccolato insieme al burro al microonde o a bagnomaria. Far intiepidire. Miscelare e setacciare insieme le farine e tenere da parte.
  3. In una ciotola mescolare con una frusta le uova, gli zuccheri e il sale. Aggiungere la miscela di cioccolato-burro e mescolare in modo da ottenere un composto omogeneo.
  4. Incorporare a pioggia in tre volte le farine, mescolando sempre con la frusta.
  5. Ottenuto un impasto liscio e cremoso, che cola “a nastro” dalla spatola, versarlo nello stampo e cuocere per 30-35 minuti, o fino a quando si è formata una crosticina dorata e il centro del brownie tremola ancora leggermente. È preferibile tenere indietro di cottura il brownie per ottenere un impasto morbido e fondente. Sfornare, far raffreddare, poi porre lo stampo in frigorifero affinché il brownie si raffreddi e si rassodi completamente prima di estrarlo dallo stampo.

Namelaka al cioccolato al latte e lampone

  1. Reidratare la gelatina in acqua fredda per almeno 10 minuti.
  2. Fondere il cioccolato al latte fino a 45°C.
  3. Scaldare la purea di lampone con il miele senza portare a bollore, togliere dal fuoco e sciogliervi la gelatina.
  4. Versare la purea di lampone in tre volte sul cioccolato e mescolare vigorosamente con una spatola creando dei cerchi che dal centro si spostano man mano verso l’esterno, in modo da ottenere una crema vellutata, liscia ed omogenea.
  5. Versare la crema in un contenitore alto e stretto, aggiungere a filo la panna fredda e affinare con il mixer ad immersione, senza incorporare aria.

Assemblaggio e decorazione

  1. Inserire nuovamente il brownie all'interno dello stampo, colare sopra la namelaka e porre in frigorifero a rassodare per 12h.
  2. Sformare la torta, appoggiarla su di un piatto e decorare la superficie con i lamponi freschi.
  3. Riempire una sac à poche con la confettura di lamponi e farcire la cavità di ciascun lampone. Decorare con petali di fiori eduli.

Notes

  1. La torta si conserva in frigorifero per 3 giorni massimo. Servire a temperatura ambiente, altrimenti il brownie sarebbe troppo duro da mangiare.
  2. Come stampo potete utilizzarne uno a cerniera oppure questo stampo creato in realtà per la cheesecake. Lungo la circonferenza della base si trova una fascia in silicone che, nel caso di cheesecake cotte in forno a bagnomaria, evita di far entrare acqua; mentre, nel caso di altre torte come bavaresi, mousse o anche torte soffici da forno essa facilità l’estrazione del dolce nella sua interezza.
  3. La chufa è un piccolo tubero della zona di Valencia, è senza glutine e ha un sapore simile a quello della mandorla e della nocciola. Perciò, se non trovate la farina di chufa, potete sostituirla con 30 g di farina di mandorle grezze e 30 g di farina di nocciole.
  4. La namelaka è una crema di origini giapponesi, dalla consistenza molto cremosa (da qui il nome namelaka) e la cui struttura è data solitamente dal cioccolato e dalla gelatina.

Ti potrebbe piacere...

Lascia un commento

Questo sito web fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione Accetto Cookie Policy